Area Abbonati
LoginPassword
DOI 10.1723/2012.21908 Scarica il PDF (57,5 kb)
Ital J Gender-Specific Med 2015;1(1):9



Le ragioni della collaborazione di Novartis

Novartis è impegnata da anni nello sviluppo di una prospettiva di genere nella ricerca clinica e nell’approccio terapeutico. L’interesse dell’azienda nasce anni fa considerando che le donne sono le principali utilizzatrici degli stessi farmaci che sono stati sperimentati, soprattutto nelle prime fasi della ricerca, in misura inferiore nella popolazione femminile. La consapevolezza della diversità nel metabolismo dei farmaci tra i due generi è un fattore di straordinaria importanza per assicurare a ogni paziente un’effettiva appropriatezza terapeutica, al fine di garantire a tutti, uomini e donne, il migliore trattamento possibile.

La medicina di genere applica alla ricerca biomedica il concetto di ‘diversità di genere’, intendendo non solo le differenze relative ai caratteri sessuali degli individui, ma anche e soprattutto alle numerose peculiarità che derivano sia dalla differente anatomia e fisiologia di uomini e donne sia dai fattori relativi all’ambiente, alla società, all’educazione, alla cultura e alla psicologia. In Italia, Novartis ha condotto il primo studio ispirato a un approccio di genere: lo studio Gender Attention, focalizzato sulle differenze di genere da un punto di vista della tollerabilità in pazienti con psoriasi, in trattamento farmacologico secondo pratica clinica. Sono inoltre tuttora in corso e in fase di pubblicazione diverse analisi coerenti con un’ottica di genere e riguardanti circa 10000 pazienti coinvolti precedentemente in diversi studi condotti da Novartis in differenti patologie. Da segnalare, inoltre, un progetto di farmacoeconomia che valuta le conseguenze economiche sul sistema salute della scarsa appropriatezza terapeutica.

In un periodo di restrizioni economiche che interessano anche la sanità pubblica, come quello che si è articolato in Italia negli ultimi anni, una maggiore appropriatezza terapeutica significa minori possibilità di errore o di scarsa efficacia dei trattamenti e, di conseguenza, un utilizzo maggiormente sostenibile delle risorse nella gestione della sanità. Quest’ultimo è un aspetto chiave per coniugare innovazione e sostenibilità nell’ambito di un rapporto maturo e responsabile con le istituzioni sanitarie.

È in quest’ottica e con questo scopo che oggi Novartis collabora ed è sponsor dell’Italian Journal of Gender-Specific Medicine. Una “piattaforma” che si propone come punto di riferimento per la medicina di genere che non sia solo scientifico e clinico, ma che abbia anche una particolare attenzione ai temi politici, sociali, culturali e legislativi. L’obiettivo è quello di dare sempre maggiore rilevanza non solo all’innovazione dei trattamenti terapeutici, ma anche alla sostenibilità del sistema salute che è un punto fondamentale sia per le istituzioni sanitarie sia per l’azienda privata.

Fulvio Luccini

Patient Access Head, Novartis Italy.

Il Pensiero Scientifico Editore
Riproduzione e diritti riservati  |   ISSN online: 2612-3487